Photo by Vlada Karpovich

Guida alle mestruazioni a basso impatto ambientale

Un assorbente di solito impiega a decomporsi più anni di quanti ne viva in media una donna. Nel corso della sua esistenza una persona che ha le mestruazioni utilizza circa 9.120 assorbenti ma esistono diverse soluzioni per cercare di ridurre il nostro impatto ambientale anche quando si tratta di igiene intima.

Photo by Sora Shimazaki

La coppetta mestruale

La coppetta mestruale è probabilmente una delle migliori opzioni in termini di praticità ed ecologia. È riutilizzabile, quindi si risparmia sull’acquisto di assorbenti e tamponi ogni mese. Se trattata con cura, può durare anni, fino a dieci! Anche dal punto di vista economico è vantaggiosa: secondo alcune stime, si possono risparmiare da 40 a 80 euro all’anno utilizzando una coppetta al posto di altri metodi di protezione mestruale. Esistono diverse misure, materiali e design tra cui scegliere, quindi se ne trovate una che si adatta perfettamente al vostro corpo potreste dimenticarvi di indossarla!

Photo by cottonbro

Le mutande assorbenti

Le mutande assorbenti riutilizzabili e lavabili sono semplici indumenti intimi che possono essere utilizzati al posto di assorbenti o tamponi o come protezione extra. Sembra assurdo, vero?

Per scegliere quelle più adatte, come per la coppetta, bisogna prendere in considerazione diversi fattori, soprattutto il proprio flusso; ogni livello di assorbenza equivale a un numero di assorbenti, e io per esempio utilizzo quelle super assorbenti, che corrispondono all’equivalente di quattro tamponi.

Solitamente nei giorni di flusso più abbondante le cambio dopo circa 6-7 ore, quando inizio a sentire una leggera sensazione di umidità.

Gli slip si possono lavare in lavatrice come qualsiasi altro capo di biancheria, anche insieme ad altri panni; è meglio però evitare l’asciugatrice e lasciarle asciugare se possibile all’aria aperta. “Bene, ma quante paia ne servono per affrontare un ciclo?” Mmm… dipende! Se hai un flusso nella media e vuoi utilizzare solo gli slip, ti consiglio di acquistare almeno cinque paia di mutande. Considera che, se trattate con cura, dureranno almeno cinque o sei anni!

Photo by Greta Hoffman

Gli assorbenti riutilizzabili

Gli assorbenti riutilizzabili sono fatti di stoffa e sostituiscono quelli usa e getta. Di solito vengono realizzati in cotone organico o in bambù e funzionano come gli assorbenti classici, solo che sono lavabili.

Quando l’assorbente deve essere cambiato, possiamo riporlo in un sacchetto impermeabile fino al ritorno a casa, a quel punto lo sciacquiamo a mano con acqua fredda, lo mettiamo in ammollo per qualche ora e lo aggiungiamo al resto del bucato in lavatrice come faremmo con qualsiasi altro indumento.

Una volta lavato, lasciamolo asciugare all’aria, preferibilmente all’aperto o al sole, ma va bene anche sotto la doccia o su uno stendino.

Gli assorbenti riutilizzabili possono durare anche cinque anni se conservati bene, almeno dieci pezzi (anche con diversi livelli di assorbenza) in modo da poterli alternare.

Photo by Karolina Grabowska

For many menstruating people, the above options are sufficient. However, some have a hard time quitting tampons after years of use, which often leads to the accumulation of plastic waste. In response, some menstrual companies have developed chlorine-free, organic, biodegradable options that use little-to-no plastic.

Per molte persone con le mestruazioni, le opzioni di cui ho parlato sono sufficienti. Alcune persone, invece, fanno difficoltà a smettere di utilizzare i tamponi e gli assorbenti usa e getta dopo anni e anni di utilizzo. Proprio per questo, molte aziende hanno iniziato a produrre alternative biologiche e biodegradabili.

Se hai le mestruazioni, spero che questo articolo possa esserti utile a capire l’opzione migliore per te!

Articoli simili